giovedì 16 dicembre 2010

[Best of] Blumzie's best of 2010

Questo blog va in vacanza fino all'anno nuovo, ma prima di partire non potevo lasciarvi senza LA MIA PERSONALE TRACKLIST DELL'ANNO APPENA TRASCORSO. Non sono in grado di dire quale sia stato l'album dell'anno o la canzone più bella, e anche se lo sapessi non credo che avrebbe molta importanza. Personalmente ho trovato che l'album dei Foals Total live forever fosse quello con il maggior numero di belle canzoni, anche se la canzone che mi ha emozionato di più è stata O maybe I dei Chapel Club. La palma del migliore esordio se la contendono Best Coast e Surfer Blood. Non mi esprimo sugli italiani perchè ho ascoltato troppa poca musica nostrana. Confidando che nel 2011 il botto lo faranno i Chapel Club (primo album in uscita a fine gennaio) ho già in programma di vederli dal vivo in Aprile qui ad Amburgo.




Interpol: Summer well / Lights
Chapel Club: O maybe I / Five trees / The shore
Les Savy Fav: Let's get out of here / Sleepless in Silverlake



Vampire weekend: Giving up the gun / Holiday
Surfer Blood: Swim / Floating vibes
Caribou: Odessa



Massimo Volume: Le nostre ore contate / Litio
Il teatro degli orrori: Direzioni diverse
Deerhunter: Helicopter / Desire lines
These new puritans: We want war



Two door cinema club: What you know
Egyptian Hip Hop: Rad Pitt
Pulled apart by horses: High five swan dive nose dive
Sleigh Bells: Run the heart



Warpaint: Elephants / Undertow
Klaxons: Echoes
Summer Camp: Round the moon
Darwin Deez: Constellations / Radar Detector



Canzone del giorno: Sufjan Stevens


A me onestamente la svolta elettronica-sperimentale del buon Sufjan non è piaciuta. Per me SS è quello di Chicago, John Wayne Gacy jr e delle Canzoni di Natale. Insomma, quello che suona il banjo con le ali e la casacca con gli stemmi del Michigan e dell'Illinois. Ogni anno quando si avvicina il Natale metto su le sue compilation natalizie e penso che questo sarà sicuramente il peggiore.

Sufjan Stevens - This was the worst Christmas ever (2003)


mercoledì 15 dicembre 2010

Canzone del giorno: Foals


Foals - This Orient (2010)

And now it's just gone after dark
And we move to the other part of it
Secret part of your restless heart
To glide past every city light
Like a satellite careering through the sky
This colour, this summer night

It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling
It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling
Do you know, you give me
You give me this western feeling

now look back see how far you've come
will you unravel in the sun
come undone find yr place
held up high said from string as well
no return to that anekatips restless place
you've reached it you've found your grace

It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling
It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling
Oh do you know, you give me
You give me this western feeling

It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling
It's your heart, it's your heart
That gives me this western feeling

Live: Deerhunter


Deerhunter - Desire Lines live (2010)

 

martedì 14 dicembre 2010

lunedì 13 dicembre 2010

[Album] Il teatro degli orrori / A sangue freddo


Questo è un gruppo che vorrei strumentale: non mi piace la voce del cantante, non mi piacciono i testi. Peccato perchè cavolo se sanno suonare! A sangue freddo del 2009 è il loro secondo album studio. Assolutamenti consigliati live.

Il Teatro degli Orrori - E' colpa mia (2010)
Il teatro degli Orrori - Direzioni diverse (2010)
Il Teatro degli Orrori - A sangue freddo (2010)



domenica 12 dicembre 2010

[Indie for dummies] Wild Nothing



Wild Nothing - Live in dreams (2010)
Wild nothing - Cloudbusting (2009)
Wild Nothing - Summer holiday (2009)

Wild Nothing è un progetto solista del musicista americano Jack Tatum (Jack and the Whale, Facepaint). Il primo album della band, Gemini, è uscito nel 2010 ed è stato acclamato da Pitchfork come uno dei migliori dell'anno. Nonostante non si tratti proprio del mio genere indie preferito (un po' dream-pop un po' shoegaze), dopo il primo ascolto posso dire tranquillamente che in tutto l'album non c'è una canzone da buttare. Consigliato!

[Indie for Dummies] Chapel Club


Chapel Club - Surfacing live@later with Jools Holland (2009)
Chapel Club - O maybe I (2010)
Chapel Club - Five Trees (2010)
Chapel Club - The Shore (2010)
Chapel Club - All the Eastern Girls (2010)
Chapel Club - Bodies live (2010)
Chapel Club - Machine Music (2010)
Chapel Club - After the Flood live (2010)


!News! Il primo album dei Chapel Club Palace uscirà il 31 gennaio 2011. I CC suoneranno al club Logo di Amburgo il 19 aprile 2011.


giovedì 9 dicembre 2010

[Indie for dummies] Everything Everything


Everything everything è una band art-rock britannica. Il loro suono spazia tra una vasta serie di generi tra cui math-rock, post-punk ed electropop. Nel 2010 hanno pubblicato il loro primo album, Man Alive.

Everything Everything - Suffragette Suffragette (2008)
Everything Everything - MY KZ, UR BF (2009)
Everything Everything - Photoshop Handsome (2009)
Everything Everything - QWERTY finger (live)
Everything Everything - Schoolin' (2010)

Canzone del giorno: Shitdisco


Shitdisco - I know Kung Fu (2007)


mercoledì 8 dicembre 2010

Video Segnalazione: These New Puritans

 
These New Puritans - Elvis (2008)

[Canzoni di ieri] [Live] The Psychedelic Furs / Love my way


Mi dispiaceva non dare spazio in questo blog ad uno dei miei grandi amori adolescenziali, The Psychedelic Furs, dei quali avevo tutti gli album fino a Midnight to Midnight (1987). Alcune cose, come il sassofono, non si possono davvero più sentire, ma le canzoni sono ancora bellissime e mi sono trovata in imbarazzo a scegliere quale video postare. A Richard Butler, che bello non è mai stato, va dato atto di essere invecchiato veramente bene, diversamente da tanti suoi colleghi diventati panzoni. Certo, sono passati 25 anni, e vederli in concerto magari insieme a Echo and the Bunnymen a proporre le loro vecchie cose mi mette malinconia, perciò ho scelto un live dell'epoca.

The Psychedelic Furs - Love my Way live (da Forever Now 1982)

There's an army on the dance floor
It's a fashion with a gun my love
In a room without a door
A kiss is not enough in

Love my way, It's a new road
I follow where my mind goes

They'd put us on a railroad
They'd dearly make us pay
For laughing in their faces
And making it our way
There's emptiness behind their eyes
There's dust in all their hearts
They just want to steal us all
And take us all apart
But not in

Love my way, it's a new road
I follow where my mind goes (x3)

Swallow all your tears my love
And put on your new face
You can never win or lose
If you don't run the race

lunedì 6 dicembre 2010

[Indie for Dummies] Bo Ningen


La prima volta che li ho visti, su Arte in TV, ho fatto tanto d'occhi e mi sono messa a ridere. Però poi, ripensandoci, dato che mi avevano veramente incuriosito gli ho concesso un secondo ascolto. Ecco come ne parla il NME:
London's Bo Ningen (in English - Stick Man) met in Japan but arrived in London two years ago with the aim of creating a retro-future rock behemoth. Job done already it seems. They have a very real and deserved buzz as one of the best new live bands in the country. They sound pretty worth a gander on paper. Something like: 'Four cutie-pie Japanese guys - with waist length hair - going ballistic with pendulous, soul-scraping heavy-rock in totally non-ironic early 70s clothes.'
Bo Ningen - Koroshitai Kimochi  (2009)
Bo Ningen - Maguro (2009)


Canzone del giorno: The Joy Formidable


The Joy Formidable - Popinjay (2010)


Live: Two Door Cinema Club


Two Door Cinema Club - What you know (2010)


sabato 4 dicembre 2010

Live: Egyptian Hip Hop


Egyptian Hip Hop - Rad Pitt live@Leeds (2010)

[Indie for dummies] Pulled Apart by Horses



Pulled Apart by Horses è una band indie-rock neo-grunge da Leeds, Inghilterra. Formatisi nel 2007, hanno pubblicato nel giugno 2010 il loro primo album omonimo. Io comunque a carnevale mi vesto come loro in High Five, Swan Dive, Nose dive.

Pulled apart by Horses - Meat Balloon (2008)
Pulled apart by Horses - Back to the Fuck Yeah (2010)
Pulled apart by Horses - High Five, Swan Dive, Nose Dive (2010)

venerdì 3 dicembre 2010

Deutsche Musik: The Whitest Boy Alive



In parallelo all'attività dei Kings of Convenience, attualmente Erlend Øye è anche il leader della band tedesca di Berlino The Whitest Boy Alive: partita inizialmente come side project di musica elettronica dance, The Whitest Boy Alive è ora diventata una band senza line up fissa. Finora ha realizzato due album: Dreams nel 2006 e Rules nel 2009.


The Whitest Boy Alive - Golden Cage (2006)
The Whitest Boy Alive - Burning (2007)
The Whitest boy alive - 1517 live (2009)

[Indie for Dummies] Jonathan Boulet


Jonathan Boulet is a 21-year-old Australian folk-pop musician. Boulet wrote, recorded, produced and played almost every instrument in his small garage studio for his debut self-titled EP.

Jonathan Boulet - North to South East to you


giovedì 2 dicembre 2010

[Live] Maserati / Monoliths

Matt Cherry

Maserati - Monoliths live (2009)

On November 8, 2009, at around 1am, [drummer Jerry] Fuchs fell down an elevator shaft to his death in Williamsburg, Brooklyn. ABC reported that he "was trying to jump out of a broken elevator when a piece of his clothing caught on something".The drummer was attending an invite-only party to raise funds to send poor children to school in India. He was 34 years old [#]

Jerry Fuchs (1975-2009)


Canzone del giorno: Les Savy Fav

Tim Harrington, cantante di Les Savy Fav

Les Savy Fav - Sleepless in Silverlake (2010)

Ottimi e abbondanti questi Les Savy Fav, anche se non riesco ancora ad accettare che una voce così deliziosa appartenga ad un tale puzzone. La canzone è tratta dall'album del 2010 Root for ruin.